Parco dei mestieri

Parco dei Mestieri28 aprile – 8 maggio 2016

Il Parco dei Mestieri è il luogo speciale del Trento Film Festival dedicato alle scuole e alle famiglie che propone un coinvolgente progetto didattico realizzato in collaborazione con il settimanale Vita Trentina e Radio Trentino inBlu, il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, il MuSe Museo delle Scienze, il WWF-Trentino e da quest’anno il Parco Naturale Adamello Brenta, la Polizia di Stato – Centro Addestramento Alpino di Moena, il Collegio delle Guide Alpine del Trentino e la Croce Bianca Trento, con contributi dell’Istituto “Tambosi”, dell’Istituto Pavoniano “Artigianelli” per le Arti Grafiche e dell’Azienda Forestale di Trento e Sopramonte.
Il Parco, che è allestito nel rigoglioso giardino dell’Arcivescovado in via S. Giovanni Bosco, 1, ospita numerosi laboratori, spettacoli, incontri, mostre e degustazioni che potete trovare negli appuntamenti giornalieri del programma del Festival contrassegnati dal logo del Salvanèl.

Per le iniziative didattiche dedicate alle scuole, informazioni e prenotazioni:
Segreteria del Trento Film Festival – tel. 0461.986120 – info@trentofestival.it

Family in Trentino

Iniziativa aderente al progetto “Family in Trentino” della Provincia autonoma di Trento.


PARCO DEI MESTIERI

Giardino dell’Arcivescovado in via S. Giovanni Bosco, 1

Orario di apertura:

Dal lunedì al venerdì:
10:30–12:30 / 13:30–17:30

Sabato, domenica e festivi
9:30–12:30 / 14:30–18:30


TFF KIDS

Grandi avventure, giovani spettatori
Come di tradizione, il Trento Film Festival propone un percorso di avvicinamento al cinema dedicato agli studenti delle classi elementari e medie della Provincia di Trento, che anche quest’anno si sono prenotati numerosi, creando due programmi: uno per ragazzi di età 6-9 anni e l’altro per quelli di età 9-12 anni. Per i film in lingua originale sarà presente anche una lettrice in sala.

Programma proiezioni fascia di età 6-9 anni:

Programma proiezioni fascia di età 9-12 anni:


Ecco gli entusiasmanti laboratori didattici proposti dai nostri enti collaboratori alle scuole e al pubblico:

Il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina con il Laboratorio Servizi Educativi propone

L’apicoltore – nell’alveare per un giorno
Il lavoro delle api è da sempre molto prezioso per l’uomo e la natura. Nelle campagne del Trentino non erano rare le famiglie che si prendevano cura di un certo numero di alveari per ricavarne miele e soprattutto cera. Nel percorso si scoprono le tecniche di apicoltura più antiche e alcune curiosità sul lavoro dell’apicoltore. Attraverso un gioco, i bambini più piccoli scoprono i vari ruoli delle api e nel laboratorio realizzano una simpatica “ape-appendina”. Mentre i più grandi realizzano delle api di lana, usando la tecnica ormai dimenticata dei pon pon.

Il MuSe Museo delle Scienze propone

Il limnologo, custode dei laghi e dei suoi abitanti
Il custode dei laghi è disperato: deve consegnare una relazione in cui dichiara lo stato di salute di due laghi ma da solo non ce la può fare!
Aiutalo nel suo lavoro di raccolta e analisi di campioni di acqua. Potrai così scoprire come si fa a studiare un lago, quali sono le tecniche e gli strumenti utilizzati, i diversi habitat presenti e gli organismi che lo popolano.

Il WWF Trentino Alto Adige propone

Il guardiano del fiume
Il fiume, questa splendida creatura che rende possibile la vita a noi, alle piante, agli animali…
Il fiume, che ci dà acqua per bere, ci consente di irrigare i campi e di azionare macchine che producono energia…
Dalla sorgente alla foce, il fiume si comporta come una creatura viva, che risente della nostra presenza, e che necessita, dopo le mutilazioni di decenni non troppo distanti di essere riportato a nuova vita, per mantenere un equilibrio che abbiamo troppe volte compromesso.
Attraverso spiegazioni e giochi, vogliamo imparare a riconoscere le sue componenti naturali, con particolare riguardo agli indicatori biologici che ci danno un quadro dello stato di salute delle sue acque. Con uno sguardo alla storia ed uno alla natura, annoteremo su un taccuino da campo che sarà consegnato ad ogni bambino le nostre osservazioni, imparando cosa cercare e come riportare i dati, in modo da poter diventare dunque dei “guardiani del fiume”.

Il Parco Naturale Adamello Brenta propone

L’educatore ambientale
Il Parco è impegnato da anni nell’educazione e nella sensibilizzazione ambientale. L’educatore ambientale è la figura che stimola il rispetto per la natura e insegna quali sono i corretti comportamenti da mettere in atto per vivere in equilibrio con ciò che ci circonda.
Ogni educatore ha un proprio bagaglio di esperienze e conoscenze, ma questo da solo non basta… serve sempre un bagaglio anche sulle spalle per percorrere i sentieri del Parco. Ma cosa contiene? I bambini lo scopriranno insieme agli educatori imparando quali sono gli strumenti che non possono mai mancare.

La Polizia di Stato – Centro Addestramento Alpino di Moena propone

Passione e sicurezza in montagna
In occasione dei 60 anni del servizio di sicurezza e soccorso montagne la Polizia di Stato allestisce una postazione con materiali di specialità dove istruire grandi e piccoli sulle regole di comportamento sulle piste da sci. In alcune giornate saranno presenti anche le unità cinofile che si cimenteranno in un’esibizione di obbedienza e di ricerca.

Presenti al Parco dal 4 all’8 maggio.

Il Collegio delle Guide Alpine del Trentino propone

La Guida Alpina
E’ oggi una professione intellettuale certificata da licenza internazionale ma ha origini antiche: le prime associazioni di guide alpine risalgono già a metà dell’800. E’ un lavoro ma soprattutto una passione animata dalla curiosità di vedere, conoscere e salire le montagne del mondo e i loro contesti culturali.
La guida alpina è modernamente un gestore dei rischi legati alle attività alpinistiche che si possono praticare in estate e in inverno in montagna. Accompagna ospiti e allievi insegnando loro come osservare e valutare i pericoli e muoversi con competenza ed efficacia dalle salite su roccia e ghiaccio, agli itinerari fuoripista con gli sci o le racchette da neve alle discese lungo i canyons.
Nei giorni in cui saranno presenti al Parco, le guide alpine proporranno un circuito di equilibrio, forza e destrezza che avvicini all’idea delle qualità fisiche e mentali che l’alpinismo chiede ai suoi praticanti.

Presenti al Parco dal 28 al 30 aprile


Eventi

Partner

Collaborazioni