Trento Film Festival 365

Massimo Carlotto ospite del terzo appuntamento di MontagnaLibri 365

Pubblicata il 21/11/2016

Mercoledì 23 novembre, alle 18, allo Spazio archeologico sotterraneo del Sas, in collaborazione con la “Piccola Libreria” e Rizzoli, il celebre scrittore di noir a livello internazionale, presenterà il suo ultimo lavoro che si avvia a diventare il caso letterario dell’anno.

Terzo appuntamento della rassegna “MontagnaLibri 365” con un nuovo e coinvolgente incontro con l’autore, organizzato in collaborazione con “Piccola Libreria” di Lisa Orlandi.
Ospite questa volta della manifestazione sarà lo scrittore Massimo Carlotto, uno dei più celebri autori di noir a livello internazionale che mercoledì 23 novembre, alle 18, allo Spazio archeologico sotterraneo del Sas, in Piazza Cesare Battisti, presenterà il suo nuovo lavoro dal titolo “Il Turista”, edito da Rizzoli. L’autore dialogherà con Luca Giudici, filosofo ed esperto di letteratura di genere; letture di Ugo Baldessari; accompagnamento musicale, al cajon, Simone Cappello.

Nato a Padova nel 1956, Massimo Carlotto, scrittore, drammaturgo, giornalista, saggista, fumettista e sceneggiatore, ha esordito in narrativa nel 1995, diventando in poco tempo uno dei maggiori esponenti del genere noir, con libri di grandissimo successo internazionale, come la saga legata al personaggio principale de “La verità dell’alligatore”, con ben nove romanzi.
Con “Il Turista”, Massimo Carlotto approda al thriller, con una storia avvincente, carica di tensione, dove protagonisti sono un serial killer inafferrabile, soprannominato dalle forze di polizia, appunto, “il turista”, attratto dal contenuto delle borse delle proprie vittime, belle donne, che sceglie alla stazione e un ex commissario di polizia, Pietro Sambo, che si mette sulle sue tracce con la speranza di riscattarsi da un errore commesso in passato (avere intascato una tangente).

Il serial killer commette però un errore, uccidendo a Venezia una donna che in realtà apparteneva a un’organizzazione di sicari e sarà proprio questa organizzazione a costringere lo stesso serial killer a lavorare per loro. La sua vita s’incrocerà, allora, con quella di Pietro Sambo, incaricato dai servizi segreti di dargli la caccia, in cambio della possibilità di una riabilitazione.
Massimo Carlotto è molto legato al Trentino Alto Adige e soprattutto alla montagna, e ha accettato di buon grado l’invito di MontagnaLibri 365.
«Per me la montagna è fatta di neve e di sentieri – ha detto a “MontagnaLibri 365” l’autore -. È incantesimo, è bellezza. È memoria personale, famigliare e collettiva. Scuola di vita. Senza non riuscirei più a riannodare i fili dell’esistenza».
Montagna che potrebbe fare anche da sfondo a un possibile seguito del thriller Il Turista.
«Perché no? I romanzi ambientati in montagna – ha commentato ancora lo scrittore – hanno un fascino particolare e Il Turista ama agire in luoghi di grande bellezza. Ma la montagna può rivelarsi pericolosa per coloro che commettono l’errore di sottovalutarla».