Archivio

FINIS TERRAE, LA LIBERTA’ DI ESPLORARE

FULVIO MARIANI

Italy / 1999 / 74'

Alberto Maria De Agostini e Walter Bonatti sono i due grandi nomi dell'avventura, figli di generazioni diverse, che hanno dedicato parte della loro vita alle regioni australi dell'America Latina. De Agostini, sacerdote salesiano, fotografo, scrittore e cineasta, operò nelle aree più remote del , fino alla metà degli anni '50, prima della diffusione della fotografia aerea e satellitare. All'età di 26 anni venne inviato nelle missioni dell'America australe, dove rimase per alcuni decenni, affiancando l'attività di evangelizzazione a lunghi e continui viaggi alla scoperta di valli, ghiacciai e cime della Cordigliera, dove nessun europeo aveva mai messo piede. Il film ripercorre per intero, assieme a Walter Bonatti, la straordinaria vicenda dell'esploratore salesiano e la sua titanica opera di esplorazione, cucendo immagini ricavate dalle fotografie e dai filmati storici di padre De Agostini (che spaziano tra gli anni '10 e il 1956), con riprese attuali. Il lungometraggio, girato interamente nella Terra del Fuoco e in Patagonia nel corso del 1999, è un vero e proprio viaggio nelle terre del mito, e propone, in una curiosa prospettiva che affianca presente e passato, una fantastica sequenza di alcuni dei luoghi più spettacolari e selvaggi delle regioni americane dell'estremo Sud: lo stretto di Magellano, i canali fueghini, la Cordigliera australe, i gruppi montuosi del Balmaceda, del Paine del Fitz Roy, i ghiacciai Upsala e Viedma, e lo sterminato Hielo Patagonico Sur.

Director

FULVIO MARIANI

Fulvio Mariani was born in La Chaux-de-Fonds (Switzerland) in 1958. In 1981 he started to work as a cameraman for TSI – Swiss Italian Television. In 1985 he shot the documentary Cumbre which received many official awards. Thanks to this film, Mariani started his own business, Iceberg-Film, a production company mainly specialising in adventure documentary films. For many years he collaborated with leading figures in the climbing and mountaineering world, such as Reinhold Messner, Jerzy Kukuczka, Walter Bonatti, Hans Kammerlander, Riccardo Cassin, Mauro Corona, Stefan Glowacs and Piero Dal Pra'. In 1991 he was director of photography on the wall for the film Grido di pietra by Werner Herzog. He has collaborated with leading European Televisions channels such as ZDF, ORF, France 3, RAI and Mediaset, always shooting extreme adventure situations. In 1987 he published the book Drammi e Diaframmi. In 1994 he was director of photography for the Television series "Viva Africa and Overland" for Italian RAI. The following documentary films also received many awards: "L’uomo di legno", "La strada per Olmo Lungring and Siachen: a war for ice". He has participated in TrentoFilmfestival since the beginning of his career. He won the Silver Gentian prize with "Cumbre" (1987) and with "Cinquant’anni dopo" (1988) as well as the Golden Gentian CAI for the film "I Cavalieri delle vertigini "(2000). In 1990 he was a member of the International Jury in Trento.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.