Corrispondenze

NARRATIVA
C’è la vita in questo racconto e ci sono l’amore, la morte, la perdita, la separazione, la disillusione, il coraggio, la resilienza, c’è il rapporto di una giovane donna con una suocera austera, fiera custode del destino di una facoltosa famiglia di montagna che ha perso il proprio capostipite. In una notte di fine estate Francesca ha un incubo, nel sonno sente una voce che ripete una sigla e vede la figura di un uomo che a stento avanza verso di lei. Seduta sul letto annota su un foglio quella sigla, la visione e la sensazione di morte provate le resteranno addosso, sulla pelle e nell’anima. Da quel brandello di carta non si staccherà più e per venti lunghi anni cercherà di esorcizzare quel sogno, talvolta accarezzandolo e spesso rinnegandolo, senza poterlo dimenticare. Verità inconfessate, sepolte sotto le ceneri di una generazione. Non sapremo mai se il caso, il destino, o una volontà precisa hanno dato vita a connessioni con altre vite, altre vicende, altri vissuti, su un’altra montagna, lontano dalla terra di adozione della protagonista: le Dolomiti. A Sant’Anna di Stazzema infatti, un paesino di contadini, sopra le Alpi apuane che guardano le spiagge della Versilia, si consuma una delle più feroci stragi naziste-fasciste dell’ultimo conflitto mondiale. Quell’incubo è il fil rouge che attraversa tutta la narrazione, tra una quotidianità da lessico familiare e un passato remoto afono e senza perdono, che chiede con forza di venire alla luce.

Autori

Elena Baiguera Beltrami

Editori

Albatros

Via Sistina 121
00187 Roma - Italia
Telefono: +39 07 61341027

ISBN

9788830648227

Anno pubblicazione

2021

Tipologie

Romanzi

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.