Pietre d'appennino

A piedi sulle strade che raccontano la Storia

SPORTS E TEMPO LIBERO
L’Appennino non ha la maestosità delle Alpi, né la tragica grandezza delle catene montuose asiatiche. La sua dimensione è familiare, ti si raccoglie intorno come una casa. E di una casa ha le caratteristiche: gli ambienti conosciuti, i ricordi, i vecchi oggetti di sempre. La dimensione dell’Appennino raccontato da Alessandro Vanoli è questa: la memoria storica e personale. Le pietre che costruiscono letteralmente lo spazio e il tempo del cammino, con gli alberi, i fiumi, i luoghi abitati o abbandonati. Gli appuntamenti con gli amici a illuminare quel certo tratto di strada. L’apparizione dei personaggi che vi hanno vissuto. L’intrecciarsi di corsi d’acqua verso il fiume Reno, l’Old Man River che contiene e convogliala grande Storia, e le piccole storie che Vanoli ci mette, casualmente, sul cammino. E dappertutto, a fermarti e farti pensare, le Pietre. Che sono il tema e il motore del libro. Erano lì quando c’erano gli etruschi, i romani le hanno spostate per farci passare la via Flaminia. Hanno visto i mercanti di lana e di seta, gli uomini della Seconda guerra mondiale, i turisti sulla Via degli Dèi. L’Appennino di Vanoli gira attorno a Bologna, in un percorso che dalla cattedrale di San Luca passa da Sasso Marconi e Vergato, Porretta e Roncobilaccio, attraverso strade e sentieri che «collegano le cose e le persone».

Autori

Alessandro Vanoli

Editori

Ponte alle Grazie

Via Gherardini 10
20145 Milano - Italia
Telefono: +39 02 34597626
Fax: +39 0234597206

ISBN

9788833312040

Anno pubblicazione

2021

Tipologie

Alpinismo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.