Anni Ottanta: va in onda l’alpinismo!

Pubblicata il 04/06/2021

Sabato 5 giugno ritorna su History Lab “Visioni”, la trasmissione nata dalla sinergia tra Trento Film Festival e Fondazione Museo storico del Trentino: in collaborazione con IAMF – International Alliance Mountain Film Festival e Museo Nazionale della Montagna – CAI Torino, nei week end di giugno saranno trasmesse quattro puntate di approfondimento sui grandi filoni del cinema di montagna dagli anni Ottanta ad oggi. Prima puntata dal titolo “Anni Ottanta: va in onda l’alpinismo”, con Michael Pause, direttore del Tegernsee International Mountain Film Festival, e con un ritratto del grande alpinista e cineasta Kurt Diemberger.


A pochi giorni dal “secondo tempo” del Trento Film Festival (9/13 giugno 2021), torna su History Lab Visioni, la trasmissione nata dalla sinergia tra la storica rassegna di cinema e culture di montagna e la Fondazione Museo storico del Trentino, giunta ormai alla sua terza stagione: quest’anno, per esplorare nuovi scenari e proiettarsi in una dimensione internazionale, Visioni ha esteso la sua “cordata” alla IAMF – International Alliance Mountain Film Festival e al Museo Nazionale della Montagna – CAI Torino.

Ad aprile sono andati in onda quattro film vincitori della Genziana d’Oro – Gran Premio Città di Trento in quattro diversi decenni. Ora, partendo da quei film, Visioni punterà l’obiettivo sui grandi filoni del cinema di montagna dagli anni Ottanta ad oggi: ogni puntata si focalizzerà su un decennio e su una tematica, dai documentari alpinistici a quelli naturalistici, passando per i film di fiction e la produzione documentaristica che esplora la vita delle popolazioni di montagna.

In studio il giornalista Rosario Fichera dialogherà con Marco Ribetti (Vicedirettore Museo Nazionale della Montagna e Coordinatore IAMF – International Alliance for Mountain Film), e in ogni puntata verrà intervistato il direttore di un film festival membro dell’IAMF, per una prospettiva internazionale del tema. Infine, i ricercatori della Fondazione Museo storico del Trentino Alessandro De Bertolini e Sara Zanatta focalizzeranno l’attenzione su quattro diversi personaggi che hanno caratterizzato la cultura e il cinema di montagna nei quattro diversi decenni.

La prima di queste quattro puntate, dal titolo “Anni Ottanta: va in onda l’alpinismo”, sarà trasmessa in anteprima sabato 5 giugno alle 21 e alle 22.30, con repliche domenica 6 giugno (ore 10, 15 e 21) e lunedì 7 giugno (ore 7.30 e 15.30), su History Lab (canale 602 del digitale terrestre, visibile solo in Trentino Alto Adige). Le puntate saranno disponibili anche in streaming negli stessi orari sul sito hl.museostorico.it e sul canale YouTube della Fondazione.

Ospite speciale sarà Michael Pause, direttore del Tegernsee International Mountain Film Festival, rassegna nata nel 2003 sull’omonimo lago in Baviera. Michael Pause ha iniziato nel 1978 a lavorare per la Bayerischer Rundfunk, la Tv bavarese, producendo film per la trasmissione “Bergauf-Bergab”.

Negli anni Ottanta, infatti, quando la pellicola cede il passo al video analogico, il cinema di montagna entra stabilmente a far parte dei palinsesti delle emittenti televisive e si assiste a un notevole incremento della produzione di documentari, e di conseguenza cresce anche il numero dei festival, sulla scia del Trento Film Festival (allora Filmfestival della Montagna) e dei suoi successori.

Nella rubrica conclusiva, Alessandro De Bertolini traccerà il profilo di Kurt Diemberger, uno dei più grandi alpinisti della storia, nonché cineasta e scrittore di assoluto livello. Diemberger è l’unico alpinista, insieme ad Hermann Buhl, ad aver messo la propria firma a due “prime” assolute di un Ottomila: nel 1957 il Broad Peak, nel 1960 il Dhalaugiri. Nel 1989 Kurt Diemberger a Trento firma un’altra “doppietta”, aggiudicandosi sia il Premio ITAS con il libro K2 – Il nodo infinito, sia la Genziana d’Oro Gran Premio Città di Trento con K2 Traum und Schicksal, nei quali rivive il dramma dell’estate del 1986 sul K2, durante la quale trovarono la morte 16 alpinisti. Oggi Diemberger è socio onorario del Trento Film Festival.

Visioni è un programma a cura di Sara Zanatta e Tommaso Iori, in collaborazione con Marco Ribetti, Alice Manfredi, Matteo Gentilini, Rosanna Stedile, Giovanni Gatto e Luigi Pepe. Una produzione Busacca Produzioni Video, regia di Diego Busacca e fotografia di Marco Busacca.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.