Il Trento Film Festival premiato al Giffoni

Pubblicata il 27/07/2022

Il presidente Mauro Leveghi e la direttrice Luana Bisesti sono stati ospiti del prestigioso festival campano, dove hanno ricevuto un premio per il settantesimo anniversario della rassegna trentina di cinema e culture di montagna.


Un invito speciale, quello che Claudio Gubitosi, fondatore e direttore del Giffoni, ha rivolto al Presidente e alla Direttrice del Trento Film Festival, Mauro Leveghi e Luana Bisesti: mercoledì 27 luglio sono stati infatti ospiti del prestigioso festival campano per ricevere il Premio Giffoni52, «come testimonianza della gratitudine di Giffoni e dell’Italia intera versa la vostra lodevole e storica iniziativa», come si legge nella lettera di invito, indirizzata al Trento Film Festival in occasione del suo settantesimo anniversario.

Fondato nel 1971, Giffoni è il primo e più importante festival internazionale di cinema per bambini e ragazzi, e si svolge d’estate nella cittadina di Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno: ogni anno coinvolge migliaia di giovani da tutto il mondo, i cosiddetti “giffoner”, che qualche settimana fa hanno avuto l’onore di essere salutati da Papa Francesco in occasione dell’Angelus domenicale.

«Di tutti i festival di cinema quello di Giffoni è il più necessario» scrisse nel 1982 François Truffaut: un commento che curiosamente riecheggia quanto scrisse nel 1964 sui “Cahiers du cinéma” il cineasta Luc Moullet, che titolò il suo lungo articolo sul Trento Film Festival “Nécessité de Trento”. «Trento e Giffoni sono necessari perché la cultura è necessaria, tanto più in questo difficilissimo momento storico che l’umanità sta vivendo» ha detto il presidente Leveghi. «Sono due festival con molti punti in comune: non solo per la lunga storia che hanno alle spalle, ma soprattutto perché sono riusciti nell’intento di portare “il mondo” in due territori che potremmo definire periferici, contribuendo allo sviluppo culturale e sociale degli stessi. Anche l’attenzione nei confronti del futuro del nostro Pianeta accomuna i nostri festival: Giffoni rendendo protagoniste le nuove generazioni, Trento raccontando e indagando il rapporto tra l’uomo e la natura, con l’originale punto di vista delle Terre Alte del mondo».

Ai giurati di Impact! Luana Bisesti ha spiegato: «Il nostro obiettivo è fornire una chiave di lettura sulle Terre Alte, sulle montagne. Parliamo di una storia di settant’anni dedicata ai linguaggi per raccontarle. Questo nostro Festival guarda ai luoghi dove i cambiamenti climatici arrivano molto prima. Lo dimostrano i fatti di cronaca degli ultimi giorni. La nostra manifestazione è riuscita sempre ad innovarsi, con linguaggio cinematografico ed editoriale».

L’attività del Trento Film Festival è da sempre nell’interesse del direttore e fondatore di Giffoni, Claudio Gubitosi, che ha definito «il Trento Film festival un osservatorio privilegiato, tra noi di Giffoni esiste un ponte, un rapporto forte: vi diciamo mille grazie e tanti auguri per i vostri settant’anni».

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.