Archivio

LA PARETE D’ARGENTO

ARMANDO ASTE

Italia / 1965 / 21'

Film documentario. Descrive l'apertura della nuova "Via dell'ideale" sulla parete sud della Marmolada d'Ombretta, una delle più belle e ardite delle Alpi. tale via fu aperta da Armando Aste e Franco Solina dal 24 al 29 agosto 1964.

Regista

ARMANDO ASTE

Nasce a Isera (Tn) il 6 gennaio 1926.

E' uno dei massimi alpinisti italiani del dopoguerra. Ha svolto la sua attività alpinistica soprattutto nelle Dolomiti, dove ha risolto numerosi problemi di estrema difficoltà: prime ascensioni assolute, prime invernali e prime solitarie di livello internazionale sono il curriculum di questo alpinista che per umiltà e modestia non è mai giunto alla ribalta ed è poco noto al pubblico non alpinistico. Tra le sue imprese più significative la prima salita solitaria della via Couzy sulla parete nord della Cima Ovest di Lavaredo, la prima solitaria della via Brandler-Hasse sulla parete Rossa della Roda di Vael nel Catinaccio, la prima solitaria della via Graffer-Miotto sullo Spallone del Campanil Basso di Brenta con la variante Pooli-Trenti e discesa per la via Preuss, la via Dell'Ideale sulla parete Sud della Marmolada. Particolarmente importante la prima ascensione invernale della via Carlesso-Sandri sulla parete sud della Torre Trieste, che inaugurò l'epopea del grande alpinismo invernale nel gruppo della Civetta e nelle Dolomiti.

Il Gran Diedro sulla parete nord del Crozzon di Brenta, la via della Canna d'Organo sulla Marmolada di Rocca e due vie aperte sulla parete sud del Piz Serauta, la direttissima nord della Punta Chiggiato al Focobon, la via Concordia e "Aste-Salice" sulla Cima d'Ambièz, l'Aste-Susatti sulla Cima di Pratofiorito, la via sullo Spallone del Campanil Basso e lo spigolo nordest dello Spiz d'Agner nord nelle Pale di S. Martino sono altrettante tappe significative della sua luminosa carriera alpinistica.

Aste corona la propria attività alpinistica con la prima ascensione italiana della parete nord dell'Eiger.

L'attività di Aste non si è limitata alle Dolomiti, ma si è estesa anche alle montagne extraeuropee.Nelle Ande Patagoniche ha vinto la Torre sud del Paine lungo un itinerario di difficoltà eccezionale ed è stato protagonista di uno sfortunato tentativo di nuova salita sul Fitz Roy. Aste è Accademico del C.A.I., Socio Onorario del C.A.I., membro del G.I.S.M. e socio del H.G. "Bergland" di Vienna

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.