Archivio

ULTIMATUM SOUS LA MER

JACQUES YVES COUSTEAU

Francia / 1978 / 57'

Nel luglio 1974, a sud d'Otranto, il cargo iugoslavo CAVTAT fu speronato da una nave panamense, e affonda 90 metri di profondità nell'Adriatico, a 3 miglia dalle coste italiane. Aveva a bordo 900 bidoni (300 tonnellate) di piombo tetraetile e tetrametile, terribilmente tossici, destinati a servire come antidetonante nella benzina. Il film é la storia della lotta vittoriosa, condotta dal giudice provinciale Maritati, per obbligare le autorità italiane responsabili ad intraprendere e a condurre a termine il difficile salvataggio del carico avvelenato.

Regista

JACQUES YVES COUSTEAU

Il regista. Il comandante Jacques Yves Cousteau, è nato nella Gironda nel 1910, ha iniziato la sua attività marina nel 1930. Nel 1946 ha costituito il gruppo di ricerche sottomarine e nel 1952 il Centro di studi marini avanzati. Da un vecchio dragamine ricava la sua "Calypso" con la quale inizia le sue ricerche in tutto il mondo.Nel 1956 vince la Palma d'Oro al Festival di Cannes con "Le monde du silence". Nel 1966 riceve la "Segreteria generale della Commissione internazionale per l'esplorazione del Mediterraneo". Molti premi internazionali costellano la sua vita di cineasta. Ha partecipato la prima volta al Festival di Trento nel 1957 con "Fontaine de Vaucluse". Nel 1974 ha vinto il Nettuno d'Oro per il filmato "La vie sous un ocn de glaces" mentre nel 1982 ha vinto la Genziana d'Argento per il miglior film di Esplorazione con "Sang chaud dans la mer".

CATALOGO 1990 - 38^ - pag. 59

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.