Archivio

LOST HORIZON

Stati Uniti / 1937 / 118'

La storia parte dalla guerra cino-giapponese: il console inglese Robert Conway dirige l’esodo dei cittadini occidentali di Baskul, una città francese, verso Shangai. Sull’aereo vi sono il fratello minore George, Gloria, una cinica giovane col fisico a pezzi, Barnard, un uomo d’affari, e Lovett, un esperto di paletnologia. Il viaggio si conclude con un atterraggio forzato tra le montagne del Tibet. Ad accogliere Conway e compagni c’è un gruppo d’indigeni misteriosi che, guidati da Chang, portano il gruppo nella mitica città di Shangri La, dove scoprono di essere in pratica prigionieri. Conway è attratto e insieme perplesso; ma, spinto dal fratello, che vuole andarsene dalla città insieme ad un’indigena, decide per la fuga che avviene durante i sontuosi funerali del Lama. Una volta usciti dai confini della città fatata, la ragazza subisce una trasformazione impressionante e invecchia nel giro di pochi istanti, mentre lo stravolto George precipita in un burrone. Conway, tornato tra le nevi, dimentica l’avventura e si ritrova sulla strada di Londra. Ma lì capisce qual è la sua vera strada, e torna a Shangri La.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.