Archivio

Peak

Hannes Lang

Germania / 2011 / 91'

CONCORSO

Migliaia di turisti giungono ogni anno nel bianco paradiso delle montagne innevate. Ormai anche nei luoghi più selvaggi si è diffuso il turismo di massa, lasciando tracce indelebili nel panorama. A causa dei cambiamenti climatici e della mancanza di neve, è stato necessario sviluppare imponenti mezzi tecnologici per produrre un paesaggio ideale svincolato dagli eventi naturali. Il paesaggio delle Alpi è ormai divenuto uno sconcertante ibrido di tecnologia e natura. Il film documentario ha osservato per un intero anno questo processo di trasformazione delle Alpi, scoprendo tutto ciò che è abitualmente nascosto ai turisti invernali sotto uno spesso manto di neve artificiale. Il film segue le modifiche del paesaggio e le tracce indelebili lasciate dalle invasioni degli uomini. "PEAK – un mondo al limite" pone anche alcune domande: sul rapporto che deve essere mantenuto tra natura e tecnologia, su quanto il paesaggio possa essere artificiale, o, in altri termini, quanto la neve artificiale debba somigliare a quella naturale per soddisfare e giustificare l’antichissimo bisogno degli uomini di un paradiso terrestre.

Regista

Hannes Lang

Hannes Lang si è formato come carpentiere nel 1996 e ha conseguito il diploma di disegnatore nel 2001.
Da allora ha lavorato come assistente di produzione per una società televisiva prima di iscriversi presso l'Accademia di Media Arts di Colonia nel 2004. “Leavenworth, wa" è il suo film di diploma. Ha girato inoltre “Der schnelle brüter” (The fast breeder), “Eine gemeinde in den bergen” (Community in the mountains) e "St. ulrich" e "Wedding aboard a dream boat”.

Galleria

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.