Archivio

THEA

JAN BOON

Paesi Bassi / 1981 / 8'

Furono gli inglesi, nel medioevo, a portare il té dall'estremo oriente in occidente. Le più grandi piantagioni si trovano nell'India del nord, nel Nepal, nel Sikkim. Nel nord dell'Assam, in prossimità della frontiera tibetano-cinese, abitano i Daflas e gli Apatanis, due popolazioni montane che alcune volte all'anno scendono a valle a scambiare lana con te. Piantagioni di te esistono anche in prossimità del Kangchenjunga, la terza montagna del mondo: viene raccolto da ragazze nepalesi e lavorato in fabbriche vicine ai luoghi di produzione.

Regista

JAN BOON

Il regista. Jan Boon è nato ad Amsterdam (Olanda) ma dal 1935 vive in Austria, a Kitzbühel, pur avendo conservato la cittadinanza olandese. A 16 anni vide il suo primo film di montagna, "Berg des Schicksals" con Luis Trenker. Si appassionò immediatamente a questo tipo di cinema. Qualche anno dopo vi sarà impegnato come attore in alcune brevi parti. Trenker un giorno gli disse: "Se vuoi diventare un operatore scordati di fare l'attore". Terminata la guerra ha fondato una propria casa di produzione. Alpinista e sciatore, ha realizzato molti film in montagna, lavorando molto per il mercato degli Stati Uniti e viaggiando per la sua attività in tutta l'Europa, in Africa, alle Hawaii e soprattutto in Himalaya. L'Asia Centrale e le sue popolazioni gli hanno portato molta fortuna soprattutto nel settore televisivo. Ha partecipato la prima volta al Filmfestival di Trento nel 1958 con "St. Anton am Arlberg in Sonne und Schnee". Negli anni Sessanta ha presentato altri quattro filmati. Nel 1975 ha partecipato con "Die Hochsten Gipfel der Welt - Die Sherpas von Nepal" segnalato dalla Giuria Internazionale. Negli anni Ottanta ha presentato "Skizandern in Kitzbühel" (1980), "Kathmandu, eine Vertrmte Stadt aus dem Mittelalter" (1982) e "Thea" (1983).

CATALOGO 1990 - 38^ - pag. 131

CATALOGO 1992 - 40^ - pag. 121

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.