Archivio

NACHT DER INDIOS

RAY MÜLLER

Germania / 1985 / 60'

Dopo secoli di repressione e di lotte, i minatori boliviani hanno imparato a non arrendersi. Un esempio di tenacia sono le "cooperative di minatori" - nel film si parla in particolare della "Cooperativa Kami la più grande della Bolivia" - nate dalla chiusura della società mineraria di Stato, che abbandonò le miniere di tungsteno e di stagno come non redditizie, e che i minatori licenziati ripresero a sfruttare quasi il 40% della produzione nazionale. Il film descrive anche la vita brutale della miniera e le condizioni sociali di estremo degrado della collettività che sfrutta uomini, donne e bambini.

Regista

RAY MÜLLER

Il regista. Ray Müller è nato nel 1948 in Germania ed ha studiato prima a Monaco e poi a Londra ed a Montpellier. Si diploma nel 1972 a Monaco, ed organizza il primo "Festival del giovane cinema tedesco" per l'Istituto culturale tedesco di Montpellier. Docente a Montpellier dal 1973 fa il regista e si occupa di documentaristica anche di tipo sociale. Lavora prevalentemente per la "Bayerischer Rundfunk".
Il suo lavoro lo ha portato ad operare in Asia, Africa, Sudamerica ed Australia.
Filmografia: “Airborne Cowboys” (1982), “Dawn of the Imagination” (1983), “Night of the Indios” (1985), “Desert Trais” (1987), “Out into Space” (1988) and “The Invisible Friend” (1991), “Die Macht der Bilder: Leni Riefenstahl” presentato a Trento nel 1994.

CATALOGO 1994 - 42° - pag. 77 - Genziana d’Argento per il miglior documentario

CATALOGO 1999 - 47° - pag. 42

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.