Archivio
OLTRE LA VETTA
OLTRE LA VETTA
FULVIO MARIANI
Svizzera / 1991 / 45'
OLTRE LA VETTA
FULVIO MARIANI
Svizzera / 1991 / 45'

Nell'estate 1991 sette giovani svizzeri handicappati mentali hanno salito nel giro di pochi giorni, due vette vallesane di oltre quattromila metri (l'Allalinhorn e il Weissmiess), accompagnati da guide e animatori di un'associazione di genitori. Certo qualcuno potrebbe chiedere che senso abbia portare gli handicappati a quattromila metri, ma allora bisognerebbe anche chiedersi che senso abbia per chiunque salire a quelle altezze. Probabilmente erroneamente si pensa che nessun handicappato mentale sappia o possa apprezzare una tale impresa. La motivazione, la serietà dell'impegno, l'instaurarsi di relazioni sempre più strette nel gruppo delle cordate... Non abbiamo trascinato nessuno in cima, ma abbiamo guidato delle persone estremamente partecipi e coscienti del valore di quanto stavano facendo, aiutandole dov'era necessario. La conoscenza del ghiaccio, della roccia, della quota, ha galvanizzato i giovani che si sono aperti all'amicizia degli accompagnatori, manifestando tutta la loro socievolezza e aiutando a vincere l'imbarazzo di chi era nella prima esperienza con handicappati.
Ma perchè scegliere l'alpinismo come terapia e mezzo d'integrazione? Certamente perchè la montagna è un luogo ideale dove misurare la propria volontà e il proprio impegno. Lo sforzo psichico, prima che fisico, è una terapia adatta a chiunque, tanto più a giovani come questi. L'esperienza della montagna stimola a una sensibilità particolare di sè e dell'ambiente, esattamente ciò di cui i nostri ragazzi di sono dimostrati capaci. Crediamo anzi che, con un'adeguata preparazione, dei giovani handicappati siano in grado di affrontare scalate su roccia anche di elevate difficoltà.

Regista

FULVIO MARIANI

Fulvio Mariani nasce nel 1958 a La Chaux-de-Fonds (Svizzera). Nel 1981 inizia la sua attività di cameraman presso la TSI - Televisione Svizzera. Nel 1985 gira il documentario "Cumbre" a cui vengono assegnati molti riconoscimenti ufficiali. Grazie a questo lavoro Mariani inizia a lavorare in proprio dando vita alla Iceberg-Film, casa di produzione specializzata principalmente in documentari d'avventura. Nel corso degli anni collabora con diversi personaggi di spicco del mondo alpinistico e dell’arrampicata come Reinhold Messner, Jerzy Kukuczka, Walter Bonatti, Hans Kammerlander, Riccardo Cassin, Mauro Corona, Stefan Glowacs e Piero Dal Pra'. Nel 1991 dirige la fotografia in parete del film "Grido di pietra" di Werner Herzog. Ha collaborato con le più importanti reti televisive europee come ZDF, ORF, France 3, RAI e Mediaset, sempre filmando situazioni di avventura estrema. Nel 1987 pubblica il libro "Drammi e Diaframmi". Nel 1994 dirige la fotografia della serie televisiva "Viva Africa e Overland" per la RAI. Pluripremiati anche i documentari "L’uomo di legno", "La strada per Olmo Lungring e Siachen: a war for ice". Presente al TrentoFilmfestival sin dall’inizio della sua carriera, ha vinto la genziana d’argento con "Cumbre" (nel 1987) e "Cinquant’anni dopo" (1988) oltre che la Genziana d'oro CAI per "I Cavalieri delle vertigini" (2000). È stato membro della Giuria Internazionale di Trento nel 1990.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.