Archivio

NAMASTE, ANNAPURNA!

MARJETA SVETEL KERSIC

Slovenia / 1994 / 44'

Vi è a Katmandu un vecchio tempio dedicato alla divinità Annapurna, dea della prosperità, dell' abbondanza e del progresso, che ha fra l' altro dato il nome a questa zona di superbe montagne. Due esperti alpinisti sloveni, Slavko Svetlicic, al suo terzo tentativo e Francek knez, per la prima volta tentarono l' ascesa nel 1993. La troupe della tv che li accompagnava fu coinvolta in un vero dramma a conferma della potenza della dea Annapurna che la gente locale ben consoce. Ma è necessario andare fin la per conoscerla? Si domanda l' autore del film, forse il saluto nepalese "Namaste" che significa "saluto tutto quello che è divino in te" è una risposta a questa domanda.

Regista

MARJETA SVETEL KERSIC

La regista è nata nel 1959 a Lubiana dove si è laureata in storia ed etnologia presso la locale università. Lavora per la televisione slovena a tempo pieno dove cura un programma mensile dedicato ai rapporti tra la gente e la montagna “Gore in ljudje”. Questa trasmissione nel 1995 ha vinto il “Golden Victor”, il massimo riconoscimento sloveno per i “media”. Ha realizzato molti documentari sulle montagne della Slovenia e del mondo. Ha scritto diverse sceneggiature per cortometraggi di arrampicata, speleologia ed esplorazione. A Trento ha partecipato con “Namastè Annapurna” (1994) e “Den” (1994), “X-solo” (1995), “Martina” (1996), “Credo” (1997). Nel 1998 è stata componente della giuria internazionale.

CATALOGO 1993 - 41^ - pag. 120

CATALOGO 1994 - 42^ - pag. 120-123

CATALOGO 1995 43^ - pag. 145

CATALOGO 1996 44^ - pag. 166

CATALOGO 1997 45^ - pag. 152

CATALOGO 1999 47^ - pag. 81

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.