Archivio

ESCARTON: UNA STORIA DI MONTAGNE

VITTORIA CASTAGNETO

Italia / 1998 / 29'

Il termine «Escarton» dal francese écarter, significa ripartire e più precisamente dividere in quarti le imposte, poiché in origine i territori che facevano parte di questo territorio erano quattro. Il 29 maggio del 1343 a Beauvoir en Royans, il Delfino Umberto II, firmò insieme a 18 rappresentanti delle valli alpine, la Carta della Libertà. In questo modo il Delfino riconobbe alle diverse comunità montane il diritto di governarsi e accordava a tutti il titolo di «franco borghese». Col tempo, questo territorio, assumerà la definizione popolare di Repubblica degli Escarton, che dipendeva, però, sempre e comunque, dal Regno di Francia. I valligiani francesi e italiani affinarono i propri usi e costumi, tant’è che al gusto dell’impresa e dell’avventura unirono anche il desiderio del sapere. L’istruzione diventò un obbligo che fu gestito interamente all’interno degli Escarton dagli stessi consoli. E ancora oggi nell’area di appartenenza alla Repubblica, si parla lo stesso patois: l’occitano.

Regista

VITTORIA CASTAGNETO

CATALOGO 1996 44^ - pag. 117

CATALOGO 1998 46^ - pag. 146

La regista. E’ nata a Torino nel 1963, è laureata in lettere moderne con indirizzo artistico e specializzazione in Storia e Critica del Teatro presso la Facoltà di Magistero di Torino. Dal 1988 collabora regolarmente con la RAI Radiotelevisione Italiana per la realizzazione e la programmazione di format radiofonici (RAISAT, TG Leonardo, Ambiente Italia, T3, Colloqui, Single). Ha partecipato in diverse edizioni al Festival di Trento.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.