Archivio

THE CHECKPOINT

ALEKSANDR ROGOSCHKIN

Federazione Russa / 1998 / 95'

Da qualche parte nel Caucaso. I confilitti di guerra le scaramucce sono una piaga e non si limitano solo alla Cecenia. Durante una razzia in un villaggio, tre giovani soldati russi non riescono ad impedire la morte di un bambino in seguito all'esplosione di una mina. Tutta la popolazione si rivolta contro di loro. La madre disperata del bambino spara al poliziotto del paese e lei stessa viene poi uccisa dai soldati presi dal panico. Questi, per punizione, vengono inviati per trenta giorni in una remota postazione di controllo dove il nemico - un franco-tiratore sempre in azione - non si vede mai, ma sembra nascondersi dietro ogni pietra ed in ogni contadino. Questo lungometraggio, realizzato quasi come un documentario, mostra la follia di una guerra della quale tutti sono vittime, sia la popolazione musulmana della regione sia i soldati russi ivi comandati.

Regista

ALEKSANDR ROGOSCHKIN

Il regista. Nato il 3.10.1949 a Leningrado, ha studiato arte e storia all’Università di Leningrado e presso l’Istituto di Pedagogia Herzen nella stessa città. Dal 1974 lavora come architetto presso la Lenfilm. Negli anni 1977-81 studia regia presso la Scuola di Cinema VGIK di Mosca nella classe di Sergej Gerassimov, diplomandosi col film “RYZAJA, RYZAJA”. Ha girato il suo primo lungometraggio nel 1985. Le sue opere: “Radi Neskol’ko Strocek” (1985), “Miss millionersa” (1988), “Karaul” (1989), “Cekist” “ Tretja planeta”(1990), “Akt” ““Zizn’s Idiotom” (1993), “Osobennosti nacional’noj ochoty” (1994), “Operacija s novym godom” (1996), “Osobennosti nacional’noj rybalki blokpost” (1998).

CATALOGO 1999 pag. 78 - 47^ ediz.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.