Archivio

KEINE WILL HOCH HINAUF

MICHAELA PAPST

Italia / 1998 / 58'

Michaela Papst, studentessa della Zelig-scuola di televisione e cinema, per il suo film finale ha scelto, dopo ricerche durate mesi e mesi, 5 masi in val Sarentino, in modo da documentare la dura vita quotidiana delle agricolture di montagna. La coltivazione dei generali da lungo tempo non è più remunerativa. Spesso i pendii sono troppo ripidi per impiegare le moderne macchine agricole. Il bestiame, che può pascolare liberamente sui prati montani, se la passa bene, ma i contadini, no. I masi dell'Alto Adige, spesso proprietà della stessa famiglia da secoli, hanno un'estensione troppo ridotta per produrre un reddito paragonabile a quello degli allevamenti intensivi delle imprese di tipo industriale. Si tratta di aziende familiari perlopiù gestite da persone anziane e qualche figlio perchè i più se ne vanno. Al giorno d'oggi ci sono ormai ben poche donne disposte ad accasarsi in un maso di montagna. Il film è un documento autentico, pieno di partecipazione emotiva, che parla di persone che amano la loro terra e non si vogliono arrendere.

Regista

MICHAELA PAPST

CATALOGO 48° Edizione - pag.89

Il regista. E’ nata a Salisburgo nel 1965. A Francoforte ha frequentato la “Hochschule für Bildende Künste” .- Städtelschule - con il professor Peter Kubelka. Esperienza Erasmus con uno stage alla Slade School of fine Arts Ucl di Londra. Dal 1996 frequenta la Scuola Zelig di cinema e televisione. Nella sua formazione presso la Zelig ha realizzato documentari, film sperimentali e cortometraggi. Nel 1997 ha svolto un tirocinio presso la Zdf a Francoforte. Nel 1995 ha vinto il Premio per la sceneggiatura “Città di Salisburgo”.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.