Archivio

ARTE IN CASERMA

JOHANN WIESER

Italia / 2004 / 21'

Con l’abolizione della “leva” si chiude un ciclo della storia militare europea iniziato nel XIX secolo. Non solo molte caserme fortificate diventano inutili, ma anche la cultura della gioventù di sesso maschile cambia: per essa, il servizio militare non è più quella “linea d’ombra” che segna il passaggio all’età adulta. Vivere in una collettività disciplinata da regole severe comporta anche un coinvolgimento psicologico. Nelle truppe alpine questo si esprime in canti, in tradizioni proprie ai singoli reparti ed anche nella decorazione pittorica delle caserme. Queste pitture, che vanno dai distintivi dei singoli reparti alle rappresentazioni mitologiche o fantastiche, sono spesso naif ma a volte riescono a trascendere la quotidiana routine militare, svelando il ritratto di una cultura in mutazione.

Regista

JOHANN WIESER

E’ nato nel 19234. Regista teatrale e cinematograficao si è dedicato soprattutto ai documentari per la televisione e ai film didattici, con qualche incursione nel cortometraggio a soggetto. Tra i suoi film ricordiamo “Als die Etsch noch schffbar war” presentato a Trento nel 1989 e vincitore del Premio Argealp. Altri film presentati e premiati sono “ Belgica 1897-99” e “Al tempo dei radaroli”.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.