Archivio

AMAZONIA VERTICAL

Pavol Bàrabaš

Slovacchia / 2005 / 61'

Il tavolato montuoso dell'Auyan Tepui, nel Venezuela meridionale è il più alto di tutta L'Amazzonia. Un territorio inaccessibile , chiusa da km di rocce scoscese che rendono impossibile salire lungo le pareti da qualunque lato. Il nome gli è stato atribuito dagli Indios dell'amazzonia i quali credevano che alla sommità risiedessero gli dei. Senza alcuna guida, telefono o altro mezzo di contatto con il mondo esterno un gruppo di alpinisti slovacchi decidono di intraprendere un' avventura straordinaria. affascinati dalle rotte verticali che attraversano questo luogo affascinante coperto da una foresta pluviale e dalla giungla selvaggia tre uomini e una donna , in magica connessione con il potere della natura, si spingono alla scoperta di un monbdo ignoto. Un film capace di emozionare con la forza delle sue immagini e la temerarietàò dei suoi protagonisti.

Regista

Pavol Bàrabaš

NUOVO CURRICULUM IN ANAGWEB
Pavol Bàrabaš si è laureato presso la University of Technology slovacca. Ha lavorato come operatore e regista per Sportfilm, per l’agenzia pubblicitaria Erpo e per K2 Studio. Ha realizzato spot televisivi e numerosi filmati di montagna in cui documenta la vita delle popolazioni in condizioni estreme. Inoltre ha firmato filmati didattici sullo sci e promozionali sui monti Tatra ed il Caucaso. I suoi lavori hanno ottenuto diversi riconoscimenti al Festival di Poprad. Nel 1999 ha vinto il Gran Premio “Città di Trento” con il film "118 Days in Captivity of Ice". A Trento ha inoltre partecipato con altri numerosi lavori.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.