Archivio

ERIK(A)

KURT MAYER

Austria / 2005 / 86'

Rompendo il muro del silenzio, contro le convenzioni radicate, soprattutto nell'ambiente sportivo Erik Schinegger è riuscito a portare alla luce la delicata discussione sull'identità sessuale. Nel 1966, gli austriaci, da sempre appassionati di sci ebbero un momento di gloria quando una ragazzina di 18 anni, Erika Schinegger, proveniente da un piccolo villaggio delle montagne della Carizia, diventa diventò campionessa del mondo di discesa libera gareggiando a Portillo, in Cile.
Ma qualcosa scioccò la comunità sportiva internazionale: la giovane e dotata campionessa di fatto era un uomo. Quando il Comitato Olimpico Internazionale introdusse il Sex Test nel 1967 il mondo di Erika venne sconvolto. Con grande coraggio e determinazione si sottopose ad un delicato intervento chirurgico. Continuò a gareggiare sugli sci, ma la FEderazione Austriaca con falsi pretesti bloccò la sua carriera una volta per tutte. Oggi, Erik Schinegger vive in Carinzia dove è titolare di una scuola di sci di successo; all'età di 57 anni, il suo modo aperto di parlare della sua esperienza straordinaria lo hanno aiutato a superare le difficoltà e i pregiudizi. Kurt Mayer mostra uno di capitoli più affascinanti della storia sportiva, raffigurando il quadro complesso ed emozionante della straordinaria esistenza di un uomo che ha preso in mano la propria vita.

Regista

KURT MAYER

Kurt Mayer CATALOGO 53°/2005

Nato a Vienna nel 1951. Ha studiato nella sua città natale psicologia, sociologia e storia dell’ arte. Ha lavorato in teatro e collaborato ai film a soggetto austriaci “Jesus von Ottakring”, “Schwitkasten” e “Blinde Eule”.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.