Archivio

HERDERS’ CALLING

MIRZA NAJEEB

Canada / 2004 / 24'

Akim Aliev Datka dice: “Questo è il luogo in cui sono nato, in cui sono nati i miei genitori. I miei antenati sono arrivati 200 anni fa”. Sono le parole di un pensionato che, conclusa la sua attività lavorativa sotto i Soviet ed i governi del Kyrgyzstan, è tornato in quelle terre ancestrali per ocuparsi dell’allevamento dei cavalli e delle pecore. Sono pochi quelli che decidono di tornare; questa tradizione millenaria sta lentamente scomparendo a favore della vita più agiata nelle città. Il documentario è ambientato in un jailoo, in cui la famiglia di Akim vive da generazioni, segue la vita di coloro che, occupandosi del bestiame, abitano quei luoghi e continuano le tradizioni culturali orali dell’Asia Centrale (canzoni, poemi e racconti). Akim è il vecchio della famiglia tornato ad una vita semplice per allontanarsi dalla decadenza della città e Nazgul è la giovane nuora cresciuta nella città, che arriva fin sul jailoo solo in seguito al matrimonio, ma che desidera tornare in città con il marito e il figlio. Il documentario presenta una situazione di urbanizzazione nella società kyrghisa e la possibilità di scelta e di cambiamento in essa.

Regista

MIRZA NAJEEB

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.