Archivio

DIE WILDEN SIEBZIGER

WOLFGANG REBERNIK

Austria / 2007 / 45'

Nel 2008 si è celebrato il 30° anniversario della prima salita dell’ Everest da parte degli austriaci. Il 3 maggio del 1978, Wolfgang Nairz, Robert Schauer e Horst Bergmann, insieme ad Ang Phu, arrivano in cima alla montagna più alta della Terra. L’8 maggio, Reinhold Messner e Peter Habeler raggiungono la cima senza l’aiuto di ossigeno. The Wild Seventies parla di un’epoca di pionieri, durata circa 10 anni, durante la quale un ristretto gruppo di alpinisti ha intrapreso diverse spedizioni, documentandosi sulle fondazioni mediche che si occupavano di alpinismo in alta quota e cercando degli sponsor per sostenere le loro spedizioni. L’impegno condiviso da questi alpinisti è culminato nella prima scalata dell’Everest senza l’aiuto dell’ossigeno. In quegli anni, questi uomini hanno gettato le basi dell’alpinismo moderno. Nel film essi tornano con il pensiero a quei giorni e parlano di come sono trascorsi gli ultimi tre decenni.

Regista

WOLFGANG REBERNIK

Wolfgang Rebernik

Nato a Graz nel 1968, ha studiato alla scuola di cinema Zelig di Bolzano, Italia. Lavora come cameraman, tecnico del montaggio e regista. Vive tra Innsbruck, Vienna e New Delhi. Ha lavorato come cameraman e tecnico del montaggio in vari film per la televisione e in documentari, come Die Lehren von Feuer und Eis (2007), Julia/Wozu Familie (2006), Antarctica (2005), Base Jump Mamet Cave (2004). Ha diretto Tara (2006) e An die Mai Sonne eines September Lebens/Henrik Ibsen in Gossensass (Documentario, 1997).

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.