Archivio

OLGA E IL TEMPO

MANUELE CECCONELLO

Italia / 2007 / 56'

Valle Elvo, una mattina di giugno, dalle ore 5,30 alle 10,00. L’alba di Olga è scandita dai tempi naturali delle cose: il tempo necessario alle mucche per pascolare, quello per la bollitura del latte, per la cagliata del formaggio. I suoi gesti esprimono il fascino essenziale e pragmatico di una tradizione secolare, lo sguardo su di lei sembra richiamare a un rapporto naturale ed essenziale col mondo, a una dimensione d’ascolto in tempo reale. In una sorta di “enclave spazio-temporale”, da qualche parte sui monti del Biellese, il film sospende lo spettatore in una dimensione di osservazione e silenziosa attesa. L’amore per la montagna, una devozione simbiotica con la natura, una dignità salda fondata sul lavoro, rappresentano il mondo di Olga, icona solitaria di tutti i pastori di questa parte del Piemonte e forse oltre. Il film cattura e restituisce al pubblico il quotidiano rito per la Terra di una persona che ha scelto il proprio Tempo per sondare l’enigma dell’esistenza.

Regista

MANUELE CECCONELLO

Terminati gli studi in Lettere, dopo una collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino intraprende un percorso professionale che si concentra sulla produzione e sulla didattica dell’audiovisivo. Dopo una prima esperienza lavorativa nell’ambito della formazione all’immagine per soggetti diversamente abili, negli anni ’90 l’attività artistica inizia a rivolgersi al mercato, dando avvio alla società di produzione Prospettiva Nevskij. Dal 1992 ha diretto oltre un centinaio di opere, spesso selezionate per la partecipazione a festival e rassegne.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.