Archivio
MOILE... MOILE...
MOILE... MOILE...
UMBERTO ASTI
Italia / 1991 / 49'
MOILE... MOILE...
UMBERTO ASTI
Italia / 1991 / 49'

Moile... Moile... nella lingua dei Mentawaiani significa "piano... piano...". E' questo un modo ricorrente con cui essi intercalano spesso i loro dialoghi e che sembra sottolineare un intero universo comportamentale, tipico delle popolazioni primitive. Presso di esse, infatti, la valutazione del tempo è ben diversa dal concetto di ottimizzazione produttiva della nostra società tecnologica. Gli abitanti di Siberut, nell'arcipelago della Mentaway, sono ormai ridotti a poche migliaia di unità rifugiate all'interno della foresta equatoriale, per celare e difendere la loro cultura da una incombente "civiltè" della quale percepiscono il devastante potere.
Il film non è un trattato antropologico e non si cura di appagare le piccole curiosità dello spettatore.
La macchina da presa diviene così un mezzo senza vita propria, un semplice pertugio attraverso il quale lo spettatore può spiare suoni, palpiti e sensazioni di un mondo in cui gli elementi naturali si fondono tra loro in un equilibrio armonioso.
Un mondo perduto, carico di ancestrali evocazioni.

Regista

UMBERTO ASTI

Il regista. Umberto Asti è nato a Udine nel 1939 ed è uno dei soci fondatori dell'Officinema, società di produzioni cinetelevisive di Parma. La sua attività professionale è rivolta prevalentemente alla realizzazione di documentari industriali e alla pubblicità televisiva. Da sempre coltiva la passione per il documentario. Nel 1974 ha realizzato "Quarta dimensione", "Moile... Moile..." il primo di una serie di lavori che l'autore intende svolgere in tutto il mondo presso popolazioni di differente cultura per lo più in vista di estinzione.

CATALOGO 1992 - 40^ - pag. 103 TROFEO MEMORIAL CARLO MAURI

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.