Archivio

ALPI MOBILI

GIANLUIGI QUARTI

Svizzera / 2001 / 42'

Chi si muove oggi sulle Alpi, chi si muoveva nel passato? e quanto? per andare dove? e tutto quel movimento a cosa ha portato? "alpi mobili" reportage di Eldorado, realizzato da Angelo Agustini e Gian Luigi Quarti, percorre le alpi per strade note fino a oggi soltanto a pochi studiosi. A quel patrimonio mai conosciuto. "Alpi mobili" aggiunge però uno sguardo tutto rivolto al presente. Ne esce una misura originale, a cavallo tra la storia e i più innovativi tentativi di sviluppo economico, che guarda le Alpi da una prospettiva quantomeno insolita.
Luogo di tradizioni conservate gelosamente, luogo di comunità chiuse, "immobili", legate al lento scorrere del tempo,: questa immagine delle Alpi esce drasticamente ridimensionata dal lavoro più recente di etnografi e storici.
Ma Agustini e Quarti legano le ricerche più interessanti a quello che avviene oggi sulle Alpi: alle nuove forme d'impresa, alle comunità che scoprono nuove forme di rilancio per le valli abbandonate nel tempo.
Il risultato è un viaggio che riesce ancora a stupire non solo per la straordinaria bellezza dei luoghi, ma per le persone e le storie che si incontrano tra Svizzera, Italia, Francia e Austria. Storie di ieri e di oggi, storie di mobilità alpine.

Regista

GIANLUIGI QUARTI

Gianluigi Quarti Trevano è nato a Belluno nel 1944. Ha iniziato la sua carriera cinematografica come montatore presso gli studi RAI di Milano. Attualmente è regista alla Radiotelevisione della Svizzera Italiana di Lugano. Ha collaborato alla realizzazione di oltre quaranta film di montagna e di esplorazione, tra cui ricordiamo “fitz Roy”, “Due per un 8000”, “Quattro giorni sulla torre Venezia”, “La terra degli dei”, “Una leggenda per due alpinisti”, “Pö-Yul – dove i nomadi si fermarono” “Verso il Sud”, “Cumbre”, “Nunavut”, “No problem Pelagic” e “C’era una volta”. Nel 1990 ha realizzato una serie di trasmissioni sull’alpinismo e gli sport di montagna, intitolata “Estate Avventura”. E’ alpinista e accademico del CAI.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.