Archivio

I giardini della memoria

Claudio Redolfi

Italia / 2011 / 16'

ORIZZONTI VICINI

NEL CORSO DEL PRIMO CONFLITTO MONDIALE, DAL 1914 AL 1918, MILIONI DI CITTADINI DI TUTTA EUROPA FURONO SPEDITI SUI FRONTI DI QUELLA CHE SAREBBE DIVENTATA LA PIU’ SANGUINOSA DELLE GUERRE. ALLA FINE DEL CONFLITTO PIU’ DI NOVE MILIONI DI SOLDATI PERSERO LA VITA. TRA DI LORO QUASI DODICIMILA FURONO I TRENTINI, MORTI INDOSSANDO L’UNIFORME DEL L’ESERCITO AUSTRO-UNGARICO PER LA GRAN PARTE.
E' a QUEI  GIOVANI MORTI CADUTI SUL FRONTE ORIENTALE, LONTANO DALLE LORO MONTAGNE E DIMENTICATI PER DECENNI DALLA STORIA UFFICIALE CHE QUESTO FILM RICORDA VISITANDO OGGI ALCUNI DEI NUMEROSI CIMITERI ANCORA CONSERVATI in quella che fu la Galizia, oggi divisa tra Ucraina e Polonia, DOVE CROCI CON NOMI TRENTINI SONO ACCANTO A CROCI CON NOMI provenienti da MOLTE ALTRE NAZIONALITA’ appartenenti al GRANDE IMPERO SCOMPARSO.

Regista

Claudio Redolfi

Dal 1965 si è dedicato alla cinematografia amatoriale. Negli anni ’90 ha aperto uno studio di produzioni cinetelevisive realizzando numerosi documentari turistico-sportivi e didattico-culturali. Fra i documentari più significativi si ricorda quello sul modo di vivere in un maso delle montagne della Valle di Sole, dal titolo “L’erede di Moresana”. Ha partecipato a molte edizioni del Film Festival di Trento sin dagli anni ’70 e tra i suoi titoli ricordiamo: “Lettera al nonno”, “Evoluzione”, “Caserando”, “Guardandomi indietro”, ‘L’ombra”, “Un venerdi verso le tre”, “El salvin” e molti altri.

Galleria

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.