Edizione 2020

NEOREALISMO ITALIANO NEL CINEMA GEORGIANO

NEOREALISMO ITALIANO NEL CINEMA GEORGIANO

Durante una conversazione con i suoi colleghi georgiani, una volta Federico Fellini disse che il cinema appartiene al popolo italiano e a quello georgiano. Forse aveva anche ragione, dato che queste due nazioni hanno molto in comune. Le loro ricche tradizioni culturali e storiche, il talento artistico, la tolleranza religiosa e le profondità spirituali portano tutti a una buona fusione sia nella letteratura georgiana che in quella italiana, nell'arte in generale e specialmente nel cinema. Il neorealismo italiano è stato un fenomeno speciale che non si è concluso nella sua terra natia, ma si è spostato oltre i suoi confini in altri paesi, contribuendo allo sviluppo dell'industria cinematografica globale. I film neorealisti sono apparsi nell’Unione Sovietica, e quindi anche in Georgia, nei primi anni '50 e hanno catturato immediatamente l'attenzione del pubblico. Era un "miracolo italiano", che poteva essere spiegato in modo semplice: l'arte per la gente comune.

  • Con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto
  • A cura dell'Ambasciata di Georgia e di Art Palace of Georgia - Museum of Cultural History

Piazza Fiera
- Trento

Dal 27/08/2020 fino al 02/09/2020

Dal 27 agosto al 2 settembre.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.