Edizione 2020

Chi vuol essere Greta Thunberg? Uno spettacolo tra comicità e scienza

Pubblicata il 30/08/2020

Il glaciologo del MUSE Christian Casarotto e il comico Paolo Franceschini in scena con uno spettacolo sul tema dei cambiamenti climatici


Ieri sera alle 19.00 al Teatro Capovolto è andato in scena lo spettacolo “Chi vuol essere Greta Thunberg? Non restarci di ghiaccio”, che ha visto come protagonisti il glaciologo del MUSE Christian Casarotto, il comico Paolo Franceschini e il pubblico del Trento Film Festival, che ha attivamente partecipato a questo quiz interattivo accorrendo allo spettacolo nonostante la pioggia battente su Trento.

Uno spettacolo innovativo e spiritoso, a metà strada tra uno spettacolo comico e un incontro scientifico, attraverso il quale è stato possibile divulgare informazioni sui cambiamenti climatici in un modo leggero ma dalle solide basi scientifiche. Il pubblico del Trento Film Festival è stato diviso tra la squadra dei peperoni rossi e la squadra dei peperoni gialli, prendendo spunto dai peperoni utilizzati come segnapunti durante il quiz.

Quali sono i gas ad effetto serra? Qual’è la concentrazione di anidride carbonica di oggi? Qual’è stata l’aumento di temperatura media globale rispetto all’attività pre-industriale? In quali zone del pianeta il riscaldamento climatico è più marcato? E’ possibile che i ghiacciai alpini possano estinguersi?

Le puntuali risposte delle due squadre, che dimostrano ancora una volta la sensibilità ambientale del pubblico del Trento Film Festival, sono state approfondite con chiarezza dal glaciologo del MUSE Christian Casarotto anche attraverso l’utilizzo di grafiche esplicative della NASA.

Il glaciologo del MUSE ha delineato un quadro difficile per il nostro pianeta: la concentrazione di anidride carbonica (C02) nell’atmosfera oggi è di oltre 400 parti per milione, un dato così alto da non essere mai stato registrato negli ultimi 800,000 anni; dagli anni ‘50 in poi ogni decennio è sempre stato in media più caldo del precedente. Il 2019 è stato il 2° anno più caldo da quando i dati climatici sono disponibili, secondo solo al 2016, mentre i ghiacciai alpini sono destinati a scomparire entro la fine di questo secolo.

Christian Casarotto ha espresso fiducia nel futuro del nostro pianeta solo se saranno prese misure importanti in tempi brevi, sottolineando l’importanza di divulgare conoscenza sugli effetti dei cambiamenti climatici e invitando il pubblico ad approfondire queste tematiche e ad aggiustare i propri stili di vita in un’ottica di rispetto per le future generazioni.

Per la cronaca, il quiz ‘Chi vuol essere Greta Thunberg?’ è stato vinto dalla squadra dei peperoni rossi per 4-3, lo stesso risultato della mitica partita di calcio Italia-Germania del 1972.


 

Testo di Angelo Ferro

Foto di Federica Daldon

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.